Scusa

28 Ott

Si può chiedere scusa ad una persona della quale non ci si ricorda neanche più il nome, dopo 23 anni che le si è fatto una cosa terribile? Io per non sapere ne leggere ne scrivere le chiedo scusa, ma vorrei sottolineare il fatto che non mi sono comportata così per l'età, perchè quel comportamento l'avrei usato anche ora, ma proprio perchè son stordita così.

Dunque, mumble mumble, sono in una specie di colonia per giovani a Limone Piemonte a sciare, mi mettono in camera con una ragazzina che era l'opposto di me, io mora lei bionda, io sboccata come un camallo genovese ( già a 15 anni) e lei composta e posata come una principessa, io disordinata, trasandata e perennemente spettinata e lei sempre cromaticamente abbinata e con tonnellate di lacca in testa.

Un giorno in bagno vedo una splendida spazzola bianca, intagliata, con setole morbide, faccio finta di non averla mai vista e le chiedo se ne ha una da imprestarmi. Lei mi risponde che ne ha una sulla mensola del bagno ma che non me la può imprestare assolutamente perchè è un regalo antico tramandato da madre in figlia nella sua famiglia, che è  una spazzola intagliata nel legno di non so quale raro albero che cresceva in qualche lontano paese…. e mentre lei mi racconta tutto ciò dalla camera io mi stavo già spazzolando in bagno la massa di capelli informi che avevo in testa. E' un attimo, la spazzola si incastra nei nodi dei capelli, tiro e TOOOOOOCCC, mi si spezza il manico! Minchia, penso in un nano secondo, e ora?? Non avrei mai potuto confessarmi, così non sapendo dove nasconderla, me la nascondo nelle mutande. Tutta questo è successo forse nell'arco di un minuto. Quindi, con massima prontezza di riflessi e faccia di merda, esco dal bagno dicendole che non ho trovato nessuna spazzola in bagno e che mi piacerebbe vederla. Lei urla, entra in bagno e lo ribalta, entra in camera e rovista dappertutto, poi si mette a piangere e io la consolo! (che merda che son stata vero?)

La serata finisce che, dopo aver tenuto dalle 18 alle 23 la spazzola nelle mutande perchè lei non mi mollava un secondo, esco di nascosto dalla baita e lancio i due pezzi della spazzola nella legnaia.

Scusa stupida e superficiale biondina, scusa ancora, potrai mai perdonarmi?

Annunci

2 Risposte to “Scusa”

  1. vitoslim ottobre 28, 2010 a 10:08 pm #

    …io t'avrei perquisito…cercando di non destar sospetto…

  2. Gamay.noir ottobre 28, 2010 a 10:09 pm #

    non so bene chi ha fatto la figura della stupida superficiale in questo caso.. 
    Perdona la franchezza..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Il Prof Bicromatico

Pensieri sfusi di una mente confusa

blog porno-ridicolo

Romanzo di formazione di una Principessa sul Pisello

I 7 Passi Della Piccola Anima

per la sua felicità

nazzablog

Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

fai cose buone

L'idea della perfezione toglie il piacere della comunicazione

francesco iacovetti blog

VIVIAMO IL MONDO DI SUZIE WONG O SIAMO SCHIAVI DELLA BORSA DI HONG KONG?

LaChimicaDelleLettere

Reazioni a catenella

katniss2016

C'è un solo tipo di successo: quello di fare della propria vita ciò che si desidera. (Henry David Thoreau)

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

Borntobeanomad

The world is your home.

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Dan Ceres's Words

Musicista. Autore. Scrittore. Fashion Consultant.

CATHERINE RYAN HOWARD

She turns coffee into books so she can afford to buy more coffee. And more books.

the literate lens

photography, writing and the spaces between

Punch Drunk Village

A blog for the rest of us

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: