La dote.

5 Mag

Quando mi sono sposata nel 2003 mia madre non si è minimamente sognata di farmi la dote come si usava tanti anni fa.

Il giorno prima di sposarmi ho svaligiato lo spaccio della Bassetti.

Mia madre, per il matrimonio, voleva regalarmi un paio di orecchini.
Ho dovuto far mettere di mezzo mia zia, sua sorella, per farmi aiutare economicamente all'evento. Risultato Euro 2,000 (avrebbe potuto darmene circa 10 volte di più senza risentirne minimamente, ma che facevo? stavo li a polemizzare?)

Oggi chiaccherando con la madre di una ragazza ventenne, la madre  mi ha detto che per sua figlia non ha messo via una lira ma è da anni che lavora alla dote. "Alla doteeeee" dico io "e in che consiste????"

– Tupperware valore 4.000 euro (cosaaaaaaaaaa???)
–  Lenzuola di lino ricamate
– Asciugamani
– Vettovaglie varie (pentole, servizi di piatti, bicchieri, posate….)

Per un totale complessivo di Euro 15.000 (ha detto che ha il solaio zeppo di questa roba e che "L'accumulo" continua)

Io che sono una "stracciona" che rompo, macchio, spacco, lacero tutto, a questo punto, son ben contenta di non aver mai ricevuto una dote da nessuno. ( E poi, in sincerità, vuoi mettere il piacere, di fare una lista nozze con quello che ti pare e piace, abbinamento colori, toni, motivi…)

Però mi chiedo anche se, la ragazza in questione, non avrebbe preferito un 15.000 cash piuttosto che magari potersi,  in futuro, permettere solo un monolocale di 20 mq e doverlo sommergere da 4 servizi da 12, con bordo dorato ca va sans dire, di piatti??

Io, per una volta in vita mia, non ho commentato.tupperware2_20080404102444

(p.s. qui a sx la dimostrazione dei primi tupperware di 50 anni fa!)

Annunci

10 Risposte to “La dote.”

  1. ioeilmare maggio 5, 2011 a 9:02 pm #

    Mi sono letto di un soffio quattro pagine del tuo blog  e ne leggerò ancora.
    Conclusione: se non ci fossi bisognerebbe inventarti!.
    Complimenti.

    Luca

  2. Girati maggio 5, 2011 a 9:06 pm #

    Non posso che inchinarmi ad un tale commento, merci!
    Se poi mi lascia il suo iban….

  3. ioeilmare maggio 5, 2011 a 9:07 pm #

    L'iban è a sua totale disposizione  epiange a tal punto che mi servirà certamente uno dei pannolini del suo piccolo…va beh, che a questo punto posso usare quelli della mia piccola….

  4. Girati maggio 5, 2011 a 9:14 pm #

    Per non sapere leggere e scrivere, per asciugarsi le lacrime, le mando una confezione intera di Moltex, pannolini biodegradabili, prendiamo due piccioni con una fava. E poi l'Iban, ah, che volgarità (me ne sono ricordata adesso dopo aver visto il mio saldo in banca)!

  5. ioeilmare maggio 5, 2011 a 9:21 pm #

    Ormai sono agli sgoccili con i pannolini…fortunatamente. La mandria cresce ed anche il più piccolo dei parassiti sta imparando a tenerla. Comunque grazie,

  6. angelikaramella maggio 5, 2011 a 10:20 pm #

    …sinceramente non ho mai pensato alla dote, come si usava anni fa, forse proprio perchè nel tempo la lista di desideri cambia e cresce e si puo' acquistare seguendo il proprio gusto personale, questo anche per evitare che molto di quanto ci e' stato dato in dote resti li' in disparte:-)

    Ti ringrazio, sei gentile, davvero.
    Mi sto trasferendo nel nuovo blog (lo trovi cliccando sul link indicato nella foto) e con il mio post volevo invitare tutti all'assaggio. Sei la benvenuta anche tu, naturalmente:-)
    *A*

  7. Guugol maggio 5, 2011 a 11:26 pm #

    Fortuna che in questa casa cose del genere non si usano. Però in zona si usa. Non so sinceramente quanto valga la pena.
    Preferisco delle lenzuola di cotone a quelle di lino. Già è tanto se qualcuno ci pensa al posto mio, ad esempio.

  8. Guugol maggio 5, 2011 a 11:26 pm #

    Perdona la pessima sintassi.

  9. BedofNails maggio 6, 2011 a 10:55 am #

    4000 euro di tupperware? O_O

    no, ma io non ci credo…ma la figlia le sa queste cose?

  10. treditre maggio 6, 2011 a 11:56 am #

    MATRIMONIO?!?!?!?
    esiste ancora???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Il Prof Bicromatico

Pensieri sfusi di una mente confusa

PornoRidicolo di Agata Grop

Il blog di Agata Grop, romanzo di formazione di una principessa sul pisello

I 7 Passi Della Piccola Anima

per la sua felicità

nazzablog

Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

fai cose buone

L'idea della perfezione toglie il piacere della comunicazione

francesco iacovetti blog

VIVIAMO IL MONDO DI SUZIE WONG O SIAMO SCHIAVI DELLA BORSA DI HONG KONG?

LaChimicaDelleLettere

Reazioni a catenella

katniss2016

C'è un solo tipo di successo: quello di fare della propria vita ciò che si desidera. (Henry David Thoreau)

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

Borntobeanomad

The world is your home.

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Dan Ceres's Words

Musicista. Autore. Scrittore. Fashion Consultant.

CATHERINE RYAN HOWARD

She turns coffee into books so she can afford to buy more coffee. And more books.

the literate lens

photography, writing and the spaces between

Punch Drunk Village

A blog for the rest of us

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: