C’ho un sassolino nella scarpa, ahi che mi fa tanto tanto male, ahi.

12 Ago

Ore 17.35
E così rientrando a casa ieri pomeriggio dopo aver passato l’intera giornata tra piste ciclabili parchi e parchetti, io e miei due figli devastati dall’afa, dal sudore, dal fango sulle gambe e punture di zanzara non vediamo l’ora di buttarci in doccia tutti e tre per ritornare ad essere accettabili per la società.

Ore 17.39
Mezzi nudi il secondogenito cinquenne mi dice che si è messo, nel secondo in cui abbiamo varcato il cancello del cortile e la porta di casa (forse 4 metri), un sasso nell’orecchio e ride. Controllo, effettivamente è vero. Cazzo ti ridi, figliolo sciagurato.

Ore 17.41 dopo un mio inutile quanto dannoso tentativo (eppure avevo visto tutte le puntate di E.R.) di toglierglielo con una pinzetta chiamo il pediatra che mi risponde che non é in orario di visita, che il nostro ospedale non ha un otorino e che sarei dovuta andare ad un ospedale ad almeno 25 Km di distanza, porca di quella zozzissima Eva, lei,la sua foglia di fico e le sue maledette orecchie che se non avesse mangiato la mela non ci avrebbero fatto il condotto uditivo.

Ore 17.46 chiamo una clinica privata vicino a casa che mi dice che l’otorino se ne va esattamente fra 14 minuti.

Ore 17.47 ci rivestiamo come in preda ad una puntura di tarantola, mentre il figlio ormai diseredato continua a ridere.

Ore 17.49 partiamo con la macchina e per la velocità che ho tenuto avrebbero dovuto togliere i punti a me e, per osmosi, a tutti quelli che abitavano nelle case sulla strada.

Ore 17.55 siamo in clinica dove per i successivi cinque minuti i due Attila smontano due poltroncine visitatori, lanciano in aria tutte le riviste e quasi rovesciano l’acquario della sala d’aspetto.

Ore 18.00 con un mini uncino viene tolto dall’orecchio del piccolo Dr Spock una sfera bianca di plastica che a detta del dottore era lì da qualche giorno.
Mille raccomandazioni
Gocce due volte al giorno
Doccia veloce SENZA acqua nelle orecchie fino a sabato, mi raccomando.
e io “si dottore, certo dottore non si preoccupi dottore”, come un automa.

Ore 18.06
In cassa “137 euro, prego”.
E il mio cervello si oscura più del solito, il codice del bancomat non si fa vedere neanche in cartolina e rimango lì inebetita a fissare un muro con sguardo vitreo.
Va beh, lascio il documento e passerò domani.

Tutta la notte a pensare che sto ragazzetto non deve bagnarsi l’orecchio.

Oggi, ore 11.10

Vivo un’esperienza extra sensoriale fuori dal mio corpo.
Mi vedo mentre urlo ai miei figli e alzo le braccia al cielo :” chi é che questo pomeriggio viene con me in piscinaaaa??” io fuori dal mio corpo cerco di gridare ma, come un incubo, non riesco ad emettere nessun suono e corro anche lentissimo.
La stronzata è stata fatta, ma almeno so il figlio da chi ha preso!

Annunci

7 Risposte to “C’ho un sassolino nella scarpa, ahi che mi fa tanto tanto male, ahi.”

  1. intorno agosto 13, 2014 a 7:33 am #

    Continuo a pensare che un giretto a Lourdes non può che farti bene (ma anche un esorcista di buon livello può servire)

  2. Gine di Girati agosto 13, 2014 a 7:50 am #

    conosci qualcuno bravo??

  3. intorno agosto 13, 2014 a 3:11 pm #

    Aspè che cerco su gugol

  4. Pontomedusa agosto 17, 2014 a 1:08 pm #

    Mah, secondo me si danno due opzioni:
    1) il secondogenito si bagna l’orecchio e non succede un bel niente.
    2) il secondogenito si bagna l’orecchio e gli viene l’otite, in una settimana gli passa e mentre si lamenta tu potrai dirgli: “Vedi cosa succede a mettersi le pietre nell’orecchio!” e così imparerà a lasciare stare i sassi, come l’uomo primitivo imparò a non toccare il fuoco (bei vecchi tempi!)

    • Gine di Girati agosto 18, 2014 a 3:04 pm #

      fortunatamente non è successo niente anzi il giorno dopo stava cercando di infilarsi dentro un altro ammenicolo!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Il Prof Bicromatico

Pensieri sfusi di una mente confusa

PornoRidicolo di Agata Grop

Il blog di Agata Grop, romanzo di formazione di una principessa sul pisello

I 7 Passi Della Piccola Anima

per la sua felicità

nazzablog

Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

fai cose buone

L'idea della perfezione toglie il piacere della comunicazione

francesco iacovetti blog

VIVIAMO IL MONDO DI SUZIE WONG O SIAMO SCHIAVI DELLA BORSA DI HONG KONG?

LaChimicaDelleLettere

Reazioni a catenella

katniss2016

C'è un solo tipo di successo: quello di fare della propria vita ciò che si desidera. (Henry David Thoreau)

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

Borntobeanomad

The world is your home.

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Dan Ceres's Words

Musicista. Autore. Scrittore. Fashion Consultant.

CATHERINE RYAN HOWARD

She turns coffee into books so she can afford to buy more coffee. And more books.

the literate lens

photography, writing and the spaces between

Punch Drunk Village

A blog for the rest of us

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: