La Crisi

14 Nov

Dedicato a quelli che soffrono, a quelli che non hanno più niente, a quelli che combattono per un mondo migliore per strappare loro un sorriso, anche solo per un momento, anche se amaro

E’ così caro il mio fedele Gilberto, da quando c’è questa maledetta crisi, a dispetto di
una modesta abitudine insegnatami da quella pia di mia madre, sono costretta a
comunicarle che, per cercare di manifestare un po’ di solidarietà verso le mogli degli
operai di mio marito in cassa integrazione, anche se qui parliamo di donne meschine e
maleodoranti, dovremo ridurre gli appuntamenti dal parrucchiere da cinque a quattro
settimanali; sia ben chiaro che lo faccio solo per salvaguardare la reputazione del
consorte e sia ben chiaro che io sono contraria a questa tipologia di carità.

Il suo annuire a seguito delle mie considerazioni ben giustificate non smentisce la stima
che ho per lei.

Gilberto, pur essendo un servo tuttofare, devo confessarle che solo lei mi capisce qui
dentro. Sappia che l’altro giorno un gruppo di sudici straccioni ha fatto irruzione nella mia
tenuta in Provenza liberando le nostre duecento oche da patè, che se ne stavano li,
teneramente , tutte insieme come solo delle grandi amiche possono fare, nel capannone
destinato esclusivamente a loro per farsi quattro chiacchere in compagnia e
gozzovigliare alle mie spalle.

Capisce la nostra generosità Gilberto, la comprende?

Certo, com’è normale, abbiamo dovuto inchiodare le zampe palmate al terreno e infilare
loro nella gola un tubo per alimentarle tutto il giorno se no il fegato non si ingrossa a
dovere.
Cosa vuole, Gilberto dolce, per loro è solo un piccolo sacrificio rispetto a quello che
faccio io per loro, giusto?
E ora invece, me lo dica lei, che cosa servirà come aperitivo ai miei ospiti tutti i sabato
sera?

Oh Gilberto, tenga il fazzoletto e si asciughi le lacrime commosse, come dice? certo,
certo le sue sofferenze sono le mie, lo so.

Se non avessi lei, devoto Gilberto, come potrei affrontare l’ignorante pretesa dei
braccianti della nostra azienda agricola in Sud America di non lavorare, come dicono
loro, almeno la domenica pomeriggio?

No, non c’è bisogno che si ripeta. So per certo che non solo lei non mi chiede mai nulla
di più del tozzo di pane che le porgo quotidianamente ma le basterebbe un mio cenno
per rinunciare a tutto e mettersi ai miei servigi rinunciando alla rimunerazione, solo per il
vanto di potermi servire.

Gilberto mi commuove, se fossi una donnaccia, una nobile senza cuore, una misera e
meschina padrona rigetterei senza batter ciglio le sue richieste, ma essendo una
persona caritatevole e altruista accetto la sua richiesta come se fosse l’ultima in punta di
morte.

Ora vada Gilberto però che deve pulire la macchina, lucidare l’argenteria, battere gli arazzi e la prego prima di uscire dalla stanza, cambiamo aria che sono nauseata dal fetore di sudore e sicuramente non è il mio.

Wall-Street-protester-sign-One-day-the-poor-will-have-nothing-left-to-eat-but-the-rich-0911-by-Beat-Mechanic1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Il Prof Bicromatico

Pensieri sfusi di una mente confusa

PornoRidicolo di Agata Grop

Il blog di Agata Grop, romanzo di formazione di una principessa sul pisello

I 7 Passi Della Piccola Anima

per la sua felicità

nazzablog

Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

fai cose buone

L'idea della perfezione toglie il piacere della comunicazione

francesco iacovetti blog

VIVIAMO IL MONDO DI SUZIE WONG O SIAMO SCHIAVI DELLA BORSA DI HONG KONG?

LaChimicaDelleLettere

Reazioni a catenella

katniss2016

C'è un solo tipo di successo: quello di fare della propria vita ciò che si desidera. (Henry David Thoreau)

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

Borntobeanomad

The world is your home.

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Dan Ceres's Words

Musicista. Autore. Scrittore. Fashion Consultant.

CATHERINE RYAN HOWARD

She turns coffee into books so she can afford to buy more coffee. And more books.

the literate lens

photography, writing and the spaces between

Punch Drunk Village

A blog for the rest of us

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: