La bellezza delle donne

24 Feb

Sono stati scritti saggi e trattati sulla bellezza delle donne fino allo sfinimento.

Si passa dal “che in ogni circostanza deve apparire come se fosse appena uscita dal parrucchiere e dalla boutique più chic” al “la bellezza si identifica anche nel permettersi (o fregarsene) di andare dal panettiere sotto casa con una giacca sopra il pigiama e i bigodini in testa”.

Brutte che vogliono sembrare belle.

Belle che vogliono sembrare brutte.

E che tutte le altre si arrangino come possono.

Ma non ci sono belle, ne tanto meno brutte

La bellezza è un fatto personale.

Ti senti bella? Allora sei bella e che gli altri si impicchino.

Bisognerebbe pensare meno alle imposizioni modaiole, al confronto con le colleghe, alle sfide con le altre mamme, all’invidia verso le modelle sul giornale.

Penso al passaggio dai miei venti ai trenta, un disastro.

Dai trenta ai quaranta, forse meglio ma :

Smog, stanchezza, ufficio, figli, pendolarismo, attività fisica, crema anti rughe, non ci sto più nei pantaloni, latte scremato, mi vanno di nuovo bene, zampe di gallina intorno agli occhi, sguardo che racconta una storia, buccia d’arancia sulle gambe,  ci faccio una spremuta.

Cosa volevo essere, cosa diventare.

Ho inseguito tutta la vita uno stile d’abbigliamento che non sono mai riuscita a trovare, la coerenza degli abbinamenti non abita certo qui.

Ho sempre chiesto al parrucchiere un taglio semplice che si “pettini da solo” perchè ho sempre odiato le spazzole, ma ho sempre sognato i capelli mossi e perfettamente immobili che solo un container di lacca e piastra possono modellare.

Ho sempre amato lo sport praticato, ma quasi a quarantacinque anni mi accorgo che davanti allo specchio, solo con i mutandoni di nonna papera, non lo so se faccio tutta questa porca figura.

Eppure spesso mi piaccio comunque per quella che sono.

Per l’elastico dell’ufficio usato per fare il codino sapendo giá che la sera griderò per toglierlo.

Per i miei scarponcini da montagna in mezzo ad una dozzina di tacchi in ufficio.

Per sollevare lo spirito delle amiche quando hanno problemi che per loro sembrano insormontabili.

Per sdrammatizzare sempre, o quasi, perchè sopra le nuvole c’è sempre il sole.

E alla fine se si ricorderanno di te, e ribadisco se, sará per come li hai fatti sentire e non per il tacco 12 all’ultimo grido con double plateau che indossavi.

Ma questa è pura banalitá se penso che ho avuto mille anni fa un moroso che per tre mesi mi ha tediato con la storia che avrei dovuto copiare il modo di vestire del momento

L’ho lanciato nell’iperspazio, e forse è ancora lì che gira.

A parte tutto, non  facciamoci mai dire dagli altri come siamo,   ma soprattutto come dovremmo essere, mai.

Annunci

3 Risposte to “La bellezza delle donne”

  1. micheleciotti febbraio 24, 2017 a 9:27 pm #

    L’ha ribloggato su micheleciotti.

  2. intorno febbraio 24, 2017 a 11:13 pm #

    Tu dovevi fare il boscaiolo!

  3. Brux febbraio 25, 2017 a 9:28 am #

    La bellezza delle donne è negli occhi con i quali ci guardiamo. Nell’esercitare la mia vanità con i selfie ho imparato a guardarmi con amore e a vedermi come sono dentro.
    E a 46 anni suonati ho imparato a stare bene con la mia pellaccia dalle guance rosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Il Prof Bicromatico

Pensieri sfusi di una mente confusa

PornoRidicolo di Agata Grop

Il blog di Agata Grop, romanzo di formazione di una principessa sul pisello

I 7 Passi Della Piccola Anima

per la sua felicità

nazzablog

Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

fai cose buone

L'idea della perfezione toglie il piacere della comunicazione

francesco iacovetti blog

VIVIAMO IL MONDO DI SUZIE WONG O SIAMO SCHIAVI DELLA BORSA DI HONG KONG?

LaChimicaDelleLettere

Reazioni a catenella

katniss2016

C'è un solo tipo di successo: quello di fare della propria vita ciò che si desidera. (Henry David Thoreau)

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

Borntobeanomad

The world is your home.

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Dan Ceres's Words

Musicista. Autore. Scrittore. Fashion Consultant.

CATHERINE RYAN HOWARD

She turns coffee into books so she can afford to buy more coffee. And more books.

the literate lens

photography, writing and the spaces between

Punch Drunk Village

A blog for the rest of us

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: