Tag Archives: fatica

Tiriamo le somme dopo un mese.

24 Nov

Due racconti brevi finiti, fatti decantare, riletti, fatti correggere mandati a un editore.

Il fatto che non abbia ancora risposto (facendo finta che probabilmente non risponderá mai) devo considerarlo come un “no news good news”, giusto?

Un serie di racconti che dovrebbero tutti intrecciarsi nel finale. Sono a metá lavoro, ma non essendo mai stata capace nella mia vita di intrecciare qualcosa a partire dalle trecce della Barbie, ho come il sospetto che si trasformerá in un garbuglio inestricabile e, come tutti i garbugli appunto inestricabili, lo getterò via per disperazione maledicendo il giorno in cui mi era venuta quella “brillante” idea di quel racconto.

Episodi di labirintite devastanti che si sono alternati a momenti, rari, di luciditá mentali ma che, in simultanea, mi accusavano di scrivere racconti banali.

Eppure sembrava così semplice quando ero al di lá del libro.(toh,la scoperta dell’acqua calda).

P.s. Santo, santo il mio amico editor.

Annunci

Primo giorno al mare

14 Ago

Che poi piú che un giorno è stata una mezza giornata al mare e l’altra è stata sola una gran sudata.

Sudata a trasportare e sollevare un unico maledetto trolley pesante quanto otto incudini e tre stinchi di brontosauro con contorno.

Sudata sul Freccia, o meglio Feccia, Bianca con un’aria condizionata degna del deserto sahariano.

Sudata per aver fatto da arbitro di boxe, pacere, moderatore, madre e padre dei due unni sul treno col rischio che ci lasciassero, all’unanimità dei passeggeri, in mezzo ad un campo ripartendo il piú velocemente possibile e insultandoci dal finestrino anche se non si possono piú aprire.

Sudata per essere arrivata al cambio di treno con venti minuti di ritardo, aver perso una coincidenza, aver corso dal 4° al 1° binario come dei folli ( a seguito di un’erronea informazione), prendendo ascensori maleodoranti che facevano fatica ad arrivare, per poi accorgerci che al 4° binario c’era la nostra coincidenza ferma che stava per ripartire.

O agire o aspettare la prossima dopo un’ora.

Sudata per il fischio, lo sbraccio e l’urlo di aspettarci che ho fatto alla capotreno dal 1° al 4° binario mentre come dei folli rifacevamo il percorso inverso e facendo ritardare la partenza del treno di otto minuti.

Poi siamo arrivati in hotel, che in confronto a quello dell’anno scorso è meglio non pensarci.

Che la stanza, in confronto a quella dell’anno scorso è meglio non pensarci.

Che il buffet della cena, in confronto …

Ma a me va bene ugualmente, anzi, cosí facendo ho potuto allungare i giorni di vacanza.

E poi in piazzetta l’ottenne sta tenendo un corso di scacchi ai passanti, arrotonderemo cosí!
image

7 minutes

6 Mar

É il 6 di marzo é già mi inquieto per la prova bikini.

Mi inquieto perché, anche se tendenzialmente me ne sono sempre fregata nel passato perché ero giovine e balda, ora alla soglia dei 42 non é più “cosa” fregarmene, non sta bene ad una signora di mezza età andare sulla spiaggia con salvagente naturale, collo da tartaruga e cosce che sfregandosi fanno scintille.

Sicuramente sto esagerando lo ammetto, ma é solo esagerando che si ottengono dei risultati.

Mi specchio e mi immagino di vedermi riflessa in uno di quegli specchi deformanti che si trovano al luna park: doppio mento, corporatura da omino michelin, come se fossi stata fotografata con un obiettivo fish eye ad un cm dalla mia faccia.

Rimediamo:

Stamattina, a casa in malattia per coliche intestinali, mi sono scaricata un’App che con 7′ minuti al giorno di esercizi mi promette un fisico scultoreo.

Per sette minuti ho sputato sangue e subito dopo mi sono fatta un panino con mezza forma di taleggio per compensare la “mastodontica” perdita di peso.

Eh giá, non é che in tre giorni facendo quella fatica tutte le mattine posso raggiungere subito il peso forma, sennò poi dal 9 marzo ad agosto che faccio?

20140306-144308.jpg

Il Prof Bicromatico

Pensieri sfusi di una mente confusa

PornoRidicolo di Agata Grop

Il blog di Agata Grop, romanzo di formazione di una principessa sul pisello

I 7 Passi Della Piccola Anima

per la sua felicità

nazzablog

Non prendete la vita troppo sul serio comunque vada non ne uscirete vivi

fai cose buone

L'idea della perfezione toglie il piacere della comunicazione

francesco iacovetti blog

VIVIAMO IL MONDO DI SUZIE WONG O SIAMO SCHIAVI DELLA BORSA DI HONG KONG?

LaChimicaDelleLettere

Reazioni a catenella

katniss2016

C'è un solo tipo di successo: quello di fare della propria vita ciò che si desidera. (Henry David Thoreau)

Il Suono Visibile

perché, ogni tanto, è bello ricordarti chi sei...

Borntobeanomad

The world is your home.

Aleteia.org - Italiano

Una rete cattolica mondiale per condividere risorse sulla fede con quanti cercano la verità

Dan Ceres's Words

Musicista. Autore. Scrittore. Fashion Consultant.

CATHERINE RYAN HOWARD

She turns coffee into books so she can afford to buy more coffee. And more books.

the literate lens

photography, writing and the spaces between

Punch Drunk Village

A blog for the rest of us